Non è, certo, ciò che di più consigliato c’è se il tuo obiettivo è perdere chili di troppo, ma di certo una dieta detox può aiutarti a rimetterti in forma e a purificare il tuo organismo, soprattutto dopo gli eccessi delle feste o in vista dell’estate per esempio. Disintossicare, infatti, significa eliminare dal proprio organismo le tossine prodotte da un’alimentazione poco equilibrata o ricca di grassi, che appesantiscono il corpo e rallentano i principali processi vitali. O, sarebbe più corretto dire, aiutano a farlo: in un individuo sano e in salute, infatti, i processi di detox avvengono in maniera del tutto naturale e fisiologica attraverso gli organi preposti (semplificando, per lo più reni e fegato) e un regime alimentare controllato si limita solo a favorire e a rendere più semplici questi stessi processi.

Come fare in modo che la dieta detox funzioni

Ciò non toglie che anche in un individuo sano una dieta detox può avere notevoli effetti benefici. Il primo a giovarne potrebbe essere, com’è facile immaginare, l’apparato digerente che dovrebbe risultare nel complesso meno appesantito dall’eliminazione di alimenti raffinati o ricchi di grasso. Una conseguenza diretta potrebbe essere, quindi, una minore sensazione di gonfiore e persino una maggiore regolarità intestinale. Se obiettivo della detox è eliminare le tossine o aiutare il corpo a farlo nel minor tempo possibile, però, uno dei principali benefici a essa collegato è anche la migliore funzionalità del sistema linfatico: non a caso chi ha provato regimi alimentari simili ha spesso notato meno gonfiore agli arti, per esempio. Senza contare che mangiare meglio significa anche dormire meglio, con una serie di effetti a cascata sull’umore, la produttività lavorativa, eccetera. Ovviamente una conseguenza indiretta di una dieta disintossicante è anche la perdita di peso, dal momento che vengono evitati cibi altamente calorici.

Non c’è, infatti, una vera lista di alimenti proibiti (o, al contrario, raccomandati) quando si segue una dieta detox. Il consiglio migliore sarebbe rivolgersi a un dietista o un nutrizionista di fiducia ed evitare, per quanto possibile, le soluzioni fai da te – soprattutto, se si può scegliere in tutta tranquillità un giorno a settimana durante dedicato a purificare il corpo, per i piani detox che vadano oltre i tre giorni è indispensabile chiedere il consiglio di figure specializzate. Alla base di una detox, comunque, c’è il principio di evitare alimenti che per essere trasformati in sostanze nutritive richiedono sforzi eccessivi al corpo: sono alimenti come carboidrati e zuccheri raffinati (pane bianco, biscotti e prodotti da forno, dolcificanti artificiali, eccetera), comprese le bevande gassate o alcoliche, o i prodotti di origine animale. Al contrario, si dovrebbero preferire frutta e verdura fresche e di stagione, germogli e legumi, farine e cereali integrali, frutta secca e semi oleosi. I liquidi sono, in particolare, i migliori alleati di una dieta detox: assumere molta acqua è consigliato se si vuole depurare l’organismo almeno quanto lo è integrare e tisane (ideali sono quelle a base di cardo mariano, liquirizia, betulla o tarassaco). Incrementare l’attività fisica, infine, rende più efficace qualsiasi piano alimentare disintossicante.